top of page

MENTAL COACH, ALLENATORE, TRAINER, COUNSELOR, GUIDA?

 

Il mondo del lavoro è la mia occupazione principale, osservo e frequento quotidianamente i giovani, le persone attive ancora inserite nei meccanismi dei percorsi di carriera.

 

Sono consapevole della mia “ritrosia” a definire il ruolo con un preciso nome tra i vari che occupano il mondo di questa professione.

 

Life & business Coach, Trainer, Guida, Mentore, Allenatore: sono tutte definizione di un unico lavoro, che è quello di sviluppare nel nostro interlocutore una migliore e positiva definizione di sé, delle proprie capacità e dei propri obiettivi.  

 

Il lavoro, l’attenzione la cura verso il “se stessi” sono valori, il resto sono “semplici etichettature” ma se volete la denominazione professionale, quella mi piace è essere un “Facilitatore di comportamenti positivi”.

 

Perché facilitatore?

Per aiutare chi ha difficoltà ad entrare in contatto con le proprie emozioni, con le ambizioni e gli obiettivi personali. Facilitare il processo di conoscenza personale per acquisire una nuova mentalità, facilitando la crescita di nuovi e positivi comportamenti.

Mappa del facilitatore

Il successo deriva dalla capacità di esprimere sé stessi al meglio in qualsiasi condizione di vita.

bottom of page